Tag Archives: Senza Lattosio

Pane alla banana e gocce di cioccolato senza lattosio

Oggi allerta neve…addirittura bollino rosso su Meteo Trentino.
Questa mattina carico la macchina con catene, moon boot, cambio di guanti, berretto e calzini.
Parto titubante in quanto le nuvole non promettono neve, ma vabbè…
Situazione ore 13.00…sarà caduto un fiocco, dico uno, in tutta la mattina!!
Situazione a 15 Km da qui…15 cm di neve!!Mah!
Intanto che resto in attesa della grande nevicata… vi lascio con questo pane alla banana, buono buono e finito subito!!

La ricetta su cui mi sono basata l’ho presa da Nigella e dal
libro “Delizie Divine”.

Ho cercato di renderla un po’ più leggera e adatta a me e
alla mia intolleranza al lattosio e ai gusti della mia famiglia (che non amano
l’uvetta)
Ingredienti:
175 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito
½ cucchiaino di bicarbonato
½ cucchiaino di sale
110 ml di olio di semi
140 gr di zucchero semolato (se lo aveste di canna sarebbe
anche meglio)
2 uova grandi
2 banane ben mature
20 gr di mandorlato “triturato” con il batticarne
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
2 pugni di gocce di cioccolato (potete sostituire con 100 gr
di uva sultanina ammollata nel rum)

In una ciotola mescolare bene l’ olio con lo zucchero.
Aggiungere le uova, una alla volta, e poi le banane schiacciate con una
forchetta.

Quando tutto sarà ben amalgamato aggiungere le gocce di
cioccolato, la vaniglia e il mandorlato.
Dopo aver mescolato bene, aggiungere la farina
precedentemente setacciata con il sale, il lievito e il bicarbonato.
Non mescolare troppo, giusto il tempo necessario perché non
si veda più la farina (ma va bene se rimangono i grumi).
Versare nello stampo da plum cake e cuocere a 180° per circa
45 minuti (ma fare sempre la prova stecchino!!).

Ho visto in tv che questo tipo di pane, in America, lo
tagliano a fette, lo passano nell’uovo e lo friggono (tipo french toast)…ma vi
assicuro che anche mangiato così è perfetto, umido saporito e perfetto per la
colazione! 

E da voi com’è il tempo?
Laura ***

Torta antinfluenzale, ovvero torta all’arancia!!

Buon lunedì!
Qui sta iniziando il vero freddo (questa mattina -8.5°), ma
la neve è ancora poca poca…diciamo appena qualche centimetro e nei punti dove
batte il sole c’è solo erba…che tristezza!!!
In cambio il periodo delle influenze è in pieno regime e ne
è colpita 1 persona su 2..e allora avanti spremute, arance e vitamine!!!
Poi un giorno trovo una ricetta golosa e sana sul Blog di Chiarapassion,
e me ne innamoro J
Casualmente mia mamma è ammalata, e DEVO assolutamente
farla, così assumerà ancora più vitamine!!!
La torta è facilissima e talmente buona che è finita subito.
L’ arancia si sente tanto ed è la parte più gustosa, mentre
la parte più furba è frullare tutta l’arancia!
Passiamo alla ricetta…

Ingredienti:
1 arancia grande e ovviamente biologica
250 gr di zucchero semolato
100 ml di olio di semi
3 uova
1 cucchiaino di bicarbonato
100 gr di mandorle
25 ml di acqua
25 ml di succo di arancia
150 gr di farina 00
Tritare le mandorle con un cucchiaio di zucchero
(preso dal totale) molto finemente.
Lavare bene l’arancia e frullarla TUTTA finchè non
diventa una purea (ci vorrà qualche minuto).
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero per
almeno 10 minuti (devono triplicare di volume).
A questo punto aggiungere a filo l’olio, l’acqua e il
succo di arancia e continuare a mescolare.
Aggiungere la farina, le mandorle e il bicarbonato e
mescolare bene delicatamente con una spatola (per non smontare le uova).
Versare l’ impasto in una tortiera di 20 cm.
Cuocere a 170° per circa 45-50 minuti (fare sempre la
prova stecchino per essere sicuri che non abbia bisogno ancora di qualche
minuto).
Decorare con dello zucchero a velo e con zuccherini
colorati.

Provatela,e  vedrete che ne andrete pazzi!! 🙂
Laura ***

Cupcake al cappuccino senza lattosio

 E siamo a lunedì…la prima settimana senza festività e perciò
completamente lavorativa…ce la farò?! J

Questa sera inizio un corso di pasticceria per tre serate
cercherò di imparare trucchi e tecnica di cose che faccio, ma tutte a livello
amatoriale e spero alla fine di essere più preparata e competente, anche se il
mio sogno sarebbe fare un corso con il Maestro Montersino (e chi tra noi
foodblogger non ha questo sogno??!!)…
Intanto che sogno e spero, vi lascio con questi cupcake
ottimi tratti dal libro “le Cupcake di Lola”, anche se un po’ modificati da
me..

Ingredienti:
65 gr di farina
1 cucchiaino di bicarbonato
50 gr di mandorle in polvere
65 gr di margarina
90 gr di zucchero semolato
½ cucchiaini di estratto di vaniglia (che alla fine mi sono
dimenticata di mettere)
1 uovo
35 gr di panna acida (io ho messo 35 gr di latte senza
lattosio con il succo di mezzo limone)
½ cucchiaino di caffè macinato
1 cucchiaino di liquore all’amaretto
100 gr di mascarpone senza lattosio
40-50 ml di panna vegetale
2 cucchiaini di caffè solubile da sciogliere nella panna
Scaldare nel microonde la panna e il caffè solubile e lasciar raffreddare.
Sbattere la margarina con lo zucchero, finchè sarà tutto morbido e soffice.
Aggiungere l’uovo e sbattere ancora.
Aggiungere metà delle polveri, precedentemente setacciate, e metà della panna acida.
Finite di aggiungere le polveri, la panna acida, la vaniglia e il liquore.
Quando il composto risulterà morbido e soffice trasferirlo nei pirottini.
Cuocere per 20 minuti a 170°.
Nel frattempo sbattere il mascarpone con la panna e il caffè. Se risultasse troppo soda, aggiungere un cucchiaio di latte.
Quando i cupcake si saranno raffreddati glassarli con la crema al caffè, spolverizzarli con del caffè macinato e decorare a piacere.
Io ci ho messo delle meringhette (avevo molti albumi avanzati e così ne ho approfittato).
Sono molto buoni e il liquore all’amaretto gli da un tocco in più, non omettetelo!!

 Vi auguro un buon rientro e una buona settimana!!
Laura ***


Cupcake strudel

Il freddo è arrivato…è arrivato con la festa dell’8
dicembre, e con il freddo anche la prima neve (appena appena 2 cm…).
Oggi -4°, ieri -6°…ma ieri mattina avevo deciso che saremmo
andati ai mercatini di Bressanone e allora ci siamo vestiti per bene (perché io
AMO sciarpe, ugg, leggings in pile, guanti ma soprattutto berretti di lana..li
metterei anche in piena estate!!)e siamo partiti!!
Non avevo mai visitato Bressanone (tranne da piccola, ma non
ricordo nulla), e mi è piaciuta tantissimo!!E poi andare ai mercatini di
mercoledì è una goduria, poca gente, si trova subito parcheggio, si mangia in
pace e si vedono tutti i banchetti J
Come sempre parto con mille propositi e poi torno a casa a
mani vuote, tranne per le tazze in cui bevo il brulè di mela J (e per quest’anno ho
già le tazze di Bolzano, Chiusa e Bressanone).
Vediamo se la collezione per quest’anno aumenterà o ho
finito le mie escursioni da mercatini…
Intanto per restare in tema regionale, vi propongo questi
cupcake allo strudel, dei cupcake che lì per lì dicono poco, ma se mangiati il
giorno dopo o 2 giorni dopo sono paradisiaci, provateli e avrete un po’ di
Trentino-Alto Adige a casa! 😀

Per la ricetta mi sono ispirata a Peggy Porschen.
Ingredienti (per 8 cupcake):
25 gr di uvetta
10 ml di marsala
1 uovo medio
83 gr di zucchero di canna
la scorza grattugiata di mezzo limone
37 ml di olio di semi
140 gr di mele Golden sbucciata e tagliata a pezzetti (circa
1 mela)
27 gr di noci tritate
110 gr di farina
1 cucchiaino di cannella
½ cucchiaino di noce moscata
Un pizzico di zenzero in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato
100 ml di panna vegetale
Salsa al caramello per la decorazione
Mettere in ammollo l’uvetta nel marsala per qualche ora.
Preriscaldare il forno a 170° ventilato.
Sbattere assieme l’uovo, lo zucchero e la scorza del limone,
finchè non raddoppia di volume e diventa leggero e spumoso.
Aggiungere a filo l’olio sempre mescolando.
A questo punto integrare le mele e le noci e l’uvetta.
Quando sono ben amalgamate aggiungere la farina,il
bicarbonato, la cannella, la noce moscata e lo zenzero (precedentemente
setacciati) e mescolare con delicatezza.
Se il composto risultasse troppo compatto aggiungere un po’
del marsala dell’uvetta e un cucchiaio di latte.
Trasferire il composto nei pirottini e cuocere per circa 20
minuti (vale sempre la prova stuzzicadenti).
Sfornare i cupcake e lasciarli raffreddare.
Montare la panna e distribuirla sui cupcake con la sac a
poche.

Poco prima di servire versare sopra alla panna un po’ di
caramello.
Sono semplici ma buonissimi, e sanno proprio di strudel!!Sono
piaciuti tantissimo a tutti!
Mi spiace che le foto non siano molto, ma causa virus preso sul
mio pc ho perso tutte le foto e ho solo quelle che avevo messo su facebook 🙁 .
Con questo post partecipo al Giveaway di Vaty: Food & Travel per festeggiare l’ anniversario del suo blog e l’ apertura della sua nuova pagina Facebook!



Buona settimana a tutti!!
Laura***

Regali di Natale: Torrone homemade


Si avvicina il Natale, anzi se non mi do una mossa è
probabile che il Natale passi prima che io inizi anche solo a fare un regalo o
qualche cosina di natalizio…
Le intenzioni ci sono e sono buone, voglio provare a fare il
pandoro, il panettone e il torrone..devo fare taaanti biscotti (io non amo fare
biscotti, mi fanno perdere la pazienza, e infatti li faccio solo a Natale).
Ho già la lista dei regali da fare, le idee ci sono ma se
non vado a comprarli dubito che Babbo Natale si calerà dal camino (anche se a
casa abbiamo ben 4 camini, perciò non avrebbe che l’imbarazzo della scelta) per
fare un piacere a me…
Però, perché c’è sempre un però, il week end scorso dopo
aver fatto la torta di Dora l’esploratrice, ho provato a fare il torrone.
La ricetta l’ avevo vista pochi giorni prima sul loro blog e sapendo che con loro non sbaglio, come non provarla?
Io non sono un’amante del torrone, e nemmeno M., ma devo
dire che questo mi è piaciuto molto!
Ovviamente è una ricetta senza lattosio e senza glutine (l’ importante è controllare che non ci sia glutine sul foglio d’ostia).
L’’ho fatto con le nocciole e le mandorle, e credo che per
Natale farò tanti regalini variando le combinazioni J

Ingredienti (per una teglia 16×16)
1 albume
280 gr di zucchero
125 gr di glucosio
80 ml di miele millefiori
2 fogli di ostia 16X16
circa 70 gr di nocciole
circa 70 gr di mandorle
Innanzitutto tostare leggermente le nocciole e le mandorle,
in una padella antiaderente o in forno, per qualche minuto.
Mettere in un pentolino lo zucchero, il glucosio e il miele.
Far sciogliere il tutto a fuoco medio, poi alzare la fiamma
e far bollire fino a che non raggiunge i 140°.
Nel frattempo montare l’albume.
Quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura, versarlo a
filo sugli albumi e continuare a montare.
Mescolare finchè il composto non si sarà raffreddato un po’
e sarà molto duro.
Aggiungere le nocciole e le mandorle e fare un’ultima
mescolata.
Adagiare sul fondo della teglia un foglio di ostia e
versarci sopra il composto. Pareggiarlo con una spatola e coprire con il
secondo foglio di ostia.
Lasciar raffreddare in un luogo asciutto e fresco per almeno
8 ore (non fate come me che dopo 4 ho provato a tagliarlo e ci ho rimesso quasi
una mano da quanto era duro!!Dopo 8 ore invece si taglia perfettamente)
Tagliare a pezzettini e assaggiare.
Il resto conservarlo in un barattolo con della carta forno,
ma vedrete..non durerà a lungo!
Auguro a tutti buon week end!

Laura ***

Dita di Halloween…

Dato che fino adesso non sono ancora arrivata a fare nessuna ricetta stile Halloween, ripubblico questa, perché queste dita sono talmente buone che dovete provarle almeno una volta!! 🙂

Buon Halloween!!!!!Nonostante non sia una festa italiana e nonostante non la festeggi nemmeno (dato che non ho nemmeno bambini, e perciò…) ogni scusa è buona per fare qualche dolcetto!! 🙂
Oddio, è vero…questi biscotti fanno impressione e in molti li guardano disgustati, ma a casa mia anche se ci sono stati tanti “che schifo!” o “Non riesco a guardarli”, sono finiti in un batter d’ occhio, perciò fidatevi…brutti ma buoni! 🙂

Passiamo ora agli ingredienti, la ricetta l’ ho presa da qualche giornale ma non ricordo quale sia, perdonatemi!

Ingredienti:
100 gr di burro (per me margarina)
280 gr di farina
1 uovo
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito
1 bustina di vanillina
100 gr di zucchero a velo
topper alla fragola (ma va bene anche marmellata di fragole)
mandorle intere q.b.

Mettere nel robot da cucina (ma anche a mano) tutti gli ingredienti (tranne le mandorle e il topper).
Impastare velocemente finchè non si ha un composyto liscio.
Prendere una pallina dall’ impasto e fare dei bastoncini a forma di dita (mi raccomando, fatele sottili perchè in cottura si allargano!), e disegnare le righe orizzontali per fare le nocche.
Al posto dell’ unghia mettiamo una mandorla.
Cuocere in forno a 180° per 20 minuti.
Fare raffreddare e decorare con il topper alla fragola per simulare il sangue.
Se le mandorle si staccano, tra le dita e le unghie mettete un po’ di topper alla fragola.

Buon appetito!!!! 😀
Spero che la ricetta vi sia piaciuta, e buona notte di Halloween!!!
Laura ***