Tag Archives: Torte

Foresta Nera per San Valentino

Sabato è stato San Valentino, la festa degli innamorati…
Io non sono una persona molto espansiva, che dimostra i
sentimenti, anzi..
Lui invece si, e ci tiene a festeggiare e regalarmi le rose,
che ovviamente apprezzo tantissimo J
Io dimostro l’affetto e i sentimenti con i dolci, la cosa
che mi riesce meglio e allora perché non fare una torta tutta per lui?
Ero indecisa su cosa fare, ma avendo poco tempo a
disposizione sono andata su un classico..la Foresta Nera!
La ricetta del pan di spagna l’ ho presa da Knam, e devo
dire che era molto buono!
Per il resto sono andata secondo quanto mi ha insegnato mia
mamma, relativamente a questa torta buonissima, che da noi trovi ovunque!
(anche se avrei voluto provare la mousse al cioccolato..)

Ingredienti (per uno stampo da 24 cm, io ho fatto un cuore grande
circa 25 cm + una teglia da 16 cm)
Per la base:
200 gr di uova (circa 4 uova medie)
150 gr di zucchero semolato
85 gr di farina 00
45 gr di fecola di patate
30 gr di cacao amaro
Per la crema:
300 ml di panna da montare (per me vegetale)
1 bacello di vaniglia
4 cucchiai di zucchero
Amarene q.b.
Scagliette di cioccolato fondente q.b.
Per la bagna:
Succo delle amarene
2 cucchiai di acqua
Con le fruste montare le uova con lo zucchero finchè non
diventano spumose e triplicano il loro volume (minimo 10-15 minuti).
Quando le uova saranno ben montate lasciarle girare 2 minuti
a velocità ridotta.
Aggiungere piano la farina, precedentemente setacciata con
la fecola e il cacao.
Mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.
Quando tutta la farina sarà ben amalgamata, trasferire il
composto nella teglia imburrata e infarinata.
Cuocere a 180° per 25-30 minuti (tenete controllato con uno
stuzzicadenti).
Quando la torta è pronta farla raffreddare su una griglia.
Nel frattempo montare la panna ben fredda con i semi della
vaniglia.
Far scolare le amarene dal loro succo.
Prendere lo sciroppo e allungarlo con un po’ d’acqua.
Tagliare la torta a metà e bagnare bene i dischi di pan di
spagna.
Aggiungere la panna con una spatola o la sach a poche.
Disporre sopra le amarene (in base al gusto, ma non troppe
per non coprire tutti i sapori) e le scagliette di cioccolato.
Chiudere con il pan di spagna e stendere la panna sullo
strato superiore della torta.
Decorare con amarene e scagliette di cioccolato.
La mia è una Foresta Nera molto casalinga, ma che alla fine
piace tantissimo!!
Un consiglio, fatela almeno il giorno prima, in modo che il
pan di spagna si impregni bene del succo di amarene e tutti i sapori siano ben
amalgamati!
Con questo post partecipo al Giveaway di Dolcizie, augurandole tanti tanti auguri per il suo compleanno e per il blog!! 🙂

Laura ***

Torta antinfluenzale, ovvero torta all’arancia!!

Buon lunedì!
Qui sta iniziando il vero freddo (questa mattina -8.5°), ma
la neve è ancora poca poca…diciamo appena qualche centimetro e nei punti dove
batte il sole c’è solo erba…che tristezza!!!
In cambio il periodo delle influenze è in pieno regime e ne
è colpita 1 persona su 2..e allora avanti spremute, arance e vitamine!!!
Poi un giorno trovo una ricetta golosa e sana sul Blog di Chiarapassion,
e me ne innamoro J
Casualmente mia mamma è ammalata, e DEVO assolutamente
farla, così assumerà ancora più vitamine!!!
La torta è facilissima e talmente buona che è finita subito.
L’ arancia si sente tanto ed è la parte più gustosa, mentre
la parte più furba è frullare tutta l’arancia!
Passiamo alla ricetta…

Ingredienti:
1 arancia grande e ovviamente biologica
250 gr di zucchero semolato
100 ml di olio di semi
3 uova
1 cucchiaino di bicarbonato
100 gr di mandorle
25 ml di acqua
25 ml di succo di arancia
150 gr di farina 00
Tritare le mandorle con un cucchiaio di zucchero
(preso dal totale) molto finemente.
Lavare bene l’arancia e frullarla TUTTA finchè non
diventa una purea (ci vorrà qualche minuto).
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero per
almeno 10 minuti (devono triplicare di volume).
A questo punto aggiungere a filo l’olio, l’acqua e il
succo di arancia e continuare a mescolare.
Aggiungere la farina, le mandorle e il bicarbonato e
mescolare bene delicatamente con una spatola (per non smontare le uova).
Versare l’ impasto in una tortiera di 20 cm.
Cuocere a 170° per circa 45-50 minuti (fare sempre la
prova stecchino per essere sicuri che non abbia bisogno ancora di qualche
minuto).
Decorare con dello zucchero a velo e con zuccherini
colorati.

Provatela,e  vedrete che ne andrete pazzi!! 🙂
Laura ***

Torta moto

Sono sparita per alcuni giorni, il week end scorso e la
settimana scorsa sono stati pesanti, e non avevo voglia di scrivere e di
pensare…e cosa grave nemmeno di cucinare! O meglio, una torta l’ ho fatta con
il magone e la tristezza ma evidentemente le mie mani non erano capaci di
togliersi la tristezza e ho creato una torta triste, buona si, ma orrenda da
vedere!
Per fortuna il mese di novembre è finito, e forse dicembre
sarà più fortunato..bisogna essere ottimisti!!
Siccome tra le altre sfortune, la durante la settimana
scorsa il mio pc ha preso un bel virus, di quelli tosti (anzi attenzione,
arriva tramite mail del corriere SDA), di quelli che mi hanno criptato tutti i
file e non li ho più recuperati!!!
Siccome le sfighe non arrivano da sole, perché non
aver attaccato da 5 minuti scarsi il mio disco esterno al pc quando il virus è arrivato( sul quale ho salvato tutte
le foto da quando ho un pezzo di cellulare e digitale)??Così ho perso tutto…

Dopo la disperazione iniziale, sono riuscita a recuperare il
disco del mio vecchio pc (perciò foto fino a luglio 2013 trovate!) e alcune le
ha M. sul suo disco, per fortuna!!!

 
Ma ovviamente le foto per il blog le ho perse, e pensare che
a novembre, con la scusa che ero a casa 1 settimana per la distorsione al
piede, avevo cucinato tanto e fatto tante foto…tutte perse L
Allora oggi vi lascio con questa torta, fatta circa un mese
fa e che avevo fortunatamente salvato nelle bozze di blogger.
Non è la mia torta migliore, ma non ho avuto molto tempo per
farla e con l’umidità la moto non si voleva asciugare!
Sperando in un bel dicembre (anche se iniziato con nebbia e
pioggia), vi auguro buon inizio settimana!!

 
Laura ***


Cake in love….

E siamo arrivati alla fine di ottobre, e le giornate, nonostante ancora bellissime, iniziano ad accorciarsi e ad essere fredde. Questa mattina per la prima volta da un bel po’ di mesi, ho dovuto sghiacciarmi il vetro della macchina..le gioie di vivere a 1000 mt! 🙂
Oggi niente ricetta, solo questa torta fatta circa 3 settimane fa…

(altro…)


Brownies mela e nocciola (ovviamente senza lattosio)

Essendo nata in Val di Non non posso di certo dire che non
conosco ricette con le mele, anche se a casa mia quello che va per la maggiore
è lo strudel, fatto con pasta sfoglia comprata, con la pasta originale, con la
pasta fatta con farina e panna, con lievito di birra ecce cc…
A me piace sperimentare ricette diverse, anche perché al
momento ci hanno regalato un bel po’ di mele e allora dobbiamo utilizzarle,
no?! L’ anno scorso ho provato questa versione, che devo dire a me piaceva
tantissimo!! E dopo Nigella non potevo non provare Martha Stewart.
Questa ricetta è di una semplicità pazzesca, buona e veloce,
che volere di più?
Qui potete trovare la ricetta originale, qui sotto la mia
con qualche piccola modifica.

Le foto non sono il massimo, ma ho fatto questi brownies (o
meglio blondies)di fretta, intanto che meditavo che mettere in valigia per il
mio mini week end!
Ingredienti:
7 cucchiai di zucchero
7 cucchiai di olio di semi
2 cucchiai di acqua
1 cup di farina (150 gr)
1 cucchiaio di nocciole tritate
1 cucchiaino di cannella
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito
1 goccia di essenza al limone
1 uovo
1 mela golden (ma va benissimo anche una mela renetta)
Amalgamare bene i liquidi, e perciò uovo, olio, acqua ed
essenza con lo zucchero.
In un’altra ciotola mescolare farina, lievito, sale,
cannella, noce moscata e nocciole.
Mettere i liquidi nelle polveri e mescolare finchè la farina
si è amalgamata (ma devono rimanere i grumi della farina, in modo che la torta
rimanga morbida).
Con un pelapatate sbucciare la mela (se sono mele
biologiche, potete lasciare la buccia che fa pure bene)e tagliarla a fettine.
Versare l’ impasto in una teglia quadrata (max 20×20) e
adagiarci sopra le mele. Spolverizzare con dello zucchero semolato le mele.
Cuocere a 180° per 35-40 minuti.

A questo punto non rimane che lasciar freddare e tagliare a
pezzetti (io non ho resistito e l’ ho assaggiata ancora bollente!).

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Simona (passate da lei e troverete tantissime ricette gustose!)

Laura ***


Plumcake ai mirtilli senza lattosio

 
Da piccola volevo diventare veterinaria, era il mio sogno…finchè
non è morta Lady, il mio bellissimo pastore tedesco avvelenata. Allora ho
capito che non avrei potuto fare questo lavoro, e dopo 20 anni sono della
stessa idea…vedere un animale, i miei in particolare, che sta male o che muore
mi distrugge perché non capisci cosa possono avere e rimani li impotente,
sperando che le tue cure e il tuo amore possano bastare per farli stare meglio
o comunque tranquillizzarli.
Mercoledì la mia cagnetta non è stata bene (e ringrazio
tutte le blogalline per il supporto morale) e  sono già stata due volte dal veterinario. Non
sembra nulla di grave, mal di schiena e infiammazione del collo, riposo (come
fai a spiegare ad una cagnetta di 14 anni che pensa di averne 5, che deve stare
a riposo???)e medicine per 3 giorni. E’ pure svenuta, il che mi fa un po’
preoccupare (anche se forse era solo dovuto al fatto che era troppo debole) ma
incrocio le dita che vada tutto bene. Oggi ho finito la serie di punture che dovevo farle (e lei non è molto collaborativa)..dunque fino adesso ho imparato a fare punture e flebo ai gatti e punture ai cani!
Ma bando alla tristezza…vi lascio la ricetta di questo plum
cake ai mirtilli, che risolleva subito il morale ed essendo senza grassi non fa
venire nemmeno i sensi di colpa!

 Mi sono basata su questa ricetta e poi ho cambiato qualcosina.

 
Ingredienti:
300 gr di farina
100 gr di zucchero
250 ml di yogurt bianco (senza lattosio, della Mila), ma anche di soia vanno bene
120 gr di mirtilli freschi
50 gr di mirtilli essiccati messi in ammollo in 2 cucchiai di limoncello
2 uova
la scorza grattugiata di 1 lime
½ bustina di lievito
1 cucchiaino di zenzero in polvere
 
Lavare i mirtilli freschi e metterli su un foglio di carta e
farli asciugare. Prendere i mirtilli secchi e metterli in ammollo nel
limoncello.
Preriscaldare il forno a 180° ventilato.
Montare le uova con lo zucchero, finchè non diventano chiare
e spumose. Aggiungere la scorza del lime, lo zenzero, lo yogurt e il limoncello
(dopo aver strizzato i mirtilli secchi).
Aggiungere la farina precedentemente setacciata con il
lievito.
Versare metà composto in uno stampo da plumcake e versarci
metà dei mirtilli freschi (infarinati) e metà dei mirtilli secchi.
Ricoprire con l’ impasto rimanente e disporre sulla superficie
tutti i mirtilli rimasti.
Cuocere per 40-45 minuti.
Dopo aver fatto la prova stecchino, togliere dal forno e
lasciar raffreddare prima di toglierlo dallo stampo.
Non essendo molto dolce, potete spolverizzare con dello
zucchero a velo.
E’ un plumcake ottimo per fare colazione e il limoncello
gli da quel tocco in più! J

Ed eccola qui, la mia cagnetta, intanto che andiamo dal veterinario! <3
 
 
Laura ***